Viviana Rossanese

Viviana Rossanese

Sociologa, ho ricoperto il ruolo di docente di scuola primaria, maturando un'esperienza pluriennale. Attualmente mi occupo della formazione dei futuri insegnanti di scuola dell'infanzia e primaria, presso il Corso di Laurea in Scienze della Formazione primaria, Università degli Studi Roma Tre.
Essendo sempre stata interessata all'incontro con l'altro, a seguito di un percorso formativo, sono un Counselor professionista, specializzato nell’età evolutiva-in riferimento alla legge del 14 gennaio 2013 n°4-  iscritta all'associazione Reico al numero 1167.
Ho conseguito anche una specializzazione nella consulenza pedagogica nei contesti educativi di formazione permanente.

Le esperienze formative, professionali e lavorative messe in atto fino a questo momento hanno contributo a farmi ritenere importante il legame che si stabilisce tra comunicazione, relazione e benessere in classe, nella convinzione che il clima positivo in classe rappresenta un fattore di protezione per il successo formativo, sul quale gli insegnanti devono poter investire. Come coniugare le variabili relazionali, comunicative con l’azione didattica e con il benessere in classe? Attraverso l’educazione positiva che costruisce un ponte tra gli aspetti prettamente didattici e i fattori affettivo - relazionali.

Prendersi cura dell’allievo, nella sua totalità, lavorando sull’ aspetto relazionale - affettivo oltre che su quello educativo/didattico può essere la risposta. Come? Utilizzando strategie e tecniche mutuate dal counseling proprie del modello Umanistico Integrato. Il termine "Umanistico" significa che al centro del mio intervento c'è la relazione, ovvero l'incontro con un'altra persona. Il termine "Integrato" vuol dire che utilizzo differenti tecniche derivate da approcci differenti.

 

Mia ferma convinzione è anche la cura del ruolo dell’insegnante che, una volta acquisite competenze relazionali e comunicative di livello, diventa capace di mettersi completamente in gioco nella relazione con gli studenti, di far entrare consapevolmente la dimensione relazionale ed emotiva nei processi di insegnamento – apprendimento, riuscendo ad agire il ruolo in maniera ideale.


X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su accetto, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Accetto